Trattamenti viso 

a Napoli

La dott.ssa Paola Tarantino si occupa di erogare servizi di chirurgia medica ed estetica di alto livello, effettuando soprattutto trattamenti viso a Napoli di ultima generazione.
Nello specifico si occupa di:

  • ringiovanimento viso;
  • trattamenti borse ed occhiaie;
  • trattamenti all’acido polilattico;
  • correzione aumento labbra;
  • rimozione acne e cicatrici da acne.


Ogni terapia e ogni trattamento viene effettuato rigorosamente sotto controllo medico, all’interno di adeguate strutture di appoggio e con l’ausilio di personale qualificato.
Non solo, la dottoressa si avvale dell’impiego di apparecchiature d'avanguardia, nonché tecniche sicure e testate.


Tra i trattamenti viso a Napoli più richiesti c’è il nuovissimo peeling al fenolo, una sostanza già utilizzata da decenni, ma vista con timore reverenziale, in quanto determina un peeling medio-profondo e, per questa ragione, necessita di molta attenzione nell'utilizzo.
I risultati terapeutici ottenuto sono significativi e duraturi, tanto da essere definito lifting chimico del viso.
Oggi questo particolare peeling viene eseguito con un nuova formulazione, particolarmente indicata per il photoaging e per il ringiovanimento vero e proprio, oltre che per la cura di esiti cicatriziali da acne o da traumi.
Possono essere previste dalle 3 alle 4 sedute a seconda del caso, al termine del trattamento, il paziente riceverà un kit da utilizzare a domicilio, composto da una crema like yellow peel, volta a continuare l’azione del retinolo nei primi giorni, una crema contenente vitamina C, un detergente delicato ed una crema ristrutturante.
La terapia, associata a trattamenti laser frazionati, può ottenere risultati simili ad un vero lifting chirurgico del viso chirurgici, ma con un risultato molto naturale.
La dottoressa impiega inoltre il ferulico, un acido di ultima generazione con potenti proprietà antiossidanti, in grado di agire contro i radicali liberi come i ROS, implicati nel danneggiamento del DNA, nel cancro e nell’invecchiamento.
Un esempio è dato proprio dall’abbronzatura, che ci fa sentire più belli e in forma, ma terminate le vacanze, è destinata a sbiadisce lasciando la pelle inaridita.
La cute secca e disidratata, tende così a spellarsi facilmente a causa dei raggi UV che hanno incrementato i radicali liberi e lo stress ossidativo.
Nel caso in cui inizino a formarsi delle macchie brune, è possibile intervenire con un trattamento di acido ferulico, la cui applicazione prevede un massaggio di 2-3 minuti per 2 o 3 volte a seconda dei casi, fino ad ottenere una maschera bianca.
L’acido ferulico non brucia, non provoca pizzicore e non comporta eritemi, esfoliazione o croste, ma porta ad un immediato sbiancamento della pelle che apparirà anche più levigata e liscia.
Non solo, è adatto a tutti i tipi di pelle, può essere fatto in tutte le stagioni con un gradevole e naturale effetto antiaging.
Nato per ridurre la pigmentazione e le macchie, contribuisce anche al miglioramento del tono della pelle, stimolandone il turn over cellulare e incrementando la produzione di collagene, per una maggiore attenuazione delle rughe più sottili.
Infine, tra i trattamenti viso a Napoli eseguiti dalla dottoressa, si annovera anche il NEAPP-PP, acronimo di Needling Enhanced Ala Penetration Photodinamic.


Detto anche mesoterapia fotodinamica, costituisce un ottimale trattamento antirughe, mininvasivo e senza controindicazioni.
Il Neap-PP coniuga l’esperienza della terapia fotodinamica con il needling, ovvero una tecnica antirughe nata in Sudafrica una decina di anni fa.
L’abbinamento di queste due metodiche permette di ottenere una pelle più bella e giovane, senza più macchie superficiali del viso, con meno rughe e meno cheratosi diffuse.
Entrando maggiormente nel dettaglio, occorre precisare che il needling è un rullo sterile cosparso di sottilissimi aghi, grazie al quale si massaggia la zona da trattare, stimolando fisiologicamente nella pelle i fattori di crescita veri e propri e, quindi, la produzione di nuovo collagene.
Per migliorare il risultato, il needling viene abbinato ad una terapia fotodinamica, ovvero all’applicazione dell’acido 5-animo levulinico (5-ala), molecola già presente nelle nostre cellule, attivata con la luce.
Il risultato e la naturale eliminazione delle cellule cutanee invecchiate e un miglioramento complessivo dell’incarnato.
Basta una seduta per vedere già dei miglioramenti, anche se in alcuni casi si rende necessario un secondo trattamento a distanza di sei mesi.
L’unica precauzione è quella di non esporsi alla luce del sole per un paio di giorni dopo il trattamento.